Se i giovani sono il nostro futuro… a Casal di Principe stiamo inguaiati.

Lo so… mi sto fossilizzando su Roberto Saviano e la sua lotta sempre più (meno) isolata contro la camorra ed i Casalesi.
Ma del resto… una promessa è una promessa!

Vi voglio proporre una video-intervista realizzata da Repubblica Radio Tv di fronte al Liceo Scientifico di San Cipriano.
Il panorama che ne viene fuori è drammatico.
Le risposte dei ragazzi variano da “poteva farsi i fatti suoi” a “sono problemi suoi” ai più gravi “qui stavamo tutti bene ora non si capisce nulla” o “la camorra non ci ha mai fatto niente, non doveva parlare“, per arrivare al definitivo “si è inventato tutto, non è vero niente“.

Non riesco proprio a commentare le risposte di questi ragazzi di 16-18 anni che dovrebbero essere la base su cui costruire la rinascita, il concime per sconfiggere la camorra e tutte le mafie ed invece sembrano essere perfettamente integrati nel sistema mafioso.

Capisco sempre di più Saviano e la sua voglia di mollare, ma ribadisco l’impossibilità di farlo e l’importanza di continuare a parlarne (anche tutti i giorni) per obbligare la Stato a prendere in mano la questione a monte.
Ottima per esempio l’iniziativa del gruppo su Facebook Nessuno tocchi Saviano che sta raccogliendo firme per inviare un messaggio importante al Presidente della Repubblica.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman