Il TG1 è giornalismo partecipativo?

Questo è un post che mi frulla nella testa da un pò di tempo poi, qualche sera fa, ho sentito il Tg1 autoincensarsi definendosi esempio di giornalismo partecipativo grazie ai video inviati dal pubblico ed ho pensato che era il momento di pubblicare.

giornalismo-partecipativo

Ammetto che, qualche mese fa, quando il Tg1 ha lanciato il progetto che prevede l’invio di video da parte degli utenti ho drizzato le antenne. Mi sono chiesto: vuoi vedere che vogliono fare concorrenza a Current? E vuoi vedere che, con l’eco che hanno loro, l’operazione sarà un successo?
E sono andato avanti. Ma la gente preferirà inviare i propri video a Current in cambio di poche centinaia di euro o al Tg1 in cambio di una visibilità molto più ampia?

Dimenticate tutto… tutto a monte!

Da qualche settimana il Tg1 ha finalmente iniziato a mandare in onda i video degli utenti.
Ora io non so se dipende dalla qualità dei prodotti inviati o da come è stata organizzata la questione (ma immagino da entrambe le cose), ma il risultato è ampiamente deludente.

A parte il fatto che non mandano in onda i video interi ma fanno una raccolta di spezzoni. A parte questo, dicevo, il punto centrale è che i video sembrano tratti da Paperissima, altro che servizi giornalistici!
Per la maggior parte si tratta di personaggi che vanno in bicicletta, che ballano, che cantano
Sembra di assistere alle prime pellicole dei Fratelli Lumiere con scene di vita quotidiana. Niente servizi, niente inchieste, niente approfondimenti, niente a che vedere con Current.

current-giornalismo-partecipativo

E naturalmente niente a che vedere con la sbandierata idea di giornalismo partecipativo.
Caro direttore Riotta, se vuole avere un’idea di cos’è il giornalismo partecipativo dia uno sguardo ad AgoraVox Italia, uno dei primi esempi riusciti in Italia, o faccia una telefonata a Tommaso per capire come funziona Current.
Però,la prego, elimini questa sezione video (peraltro irraggiungibile) da un sito che pian piano si stava integrando in maniera discreta nel mondo web 2.0.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman