Primeval – se i dinosauri tornassero sulla terra

Parte una nuova serie tv, si parla di qualcosa che dovrebbe avvicinarsi ad un horror fantascientifico e quindi almeno una sbirciatina mi sento di darla.
La sbirciatina si trasforma nella visione di metà della prima serie perchè Rai 2 decide di mandare in onda le prime tre puntate una dietro l’altra.

primeval_cast

Primeval è una serie inglese giunta alla sua terza stagione ed ha qualcosa su cui è bene fare un pò di attenzione.
Un team di scienziati scopre che sulla terra si stanno aprendo una serie di anomalie temporali, una sorta di finestre sulle ere preistoriche dalle quali si affacciano dinosauri di ogni specie, i quali danno una divorata a quello che trovano e tornano indietro.
Nick Cutter, Stephen Hart, lo studente Connor Temple e la zoologa Abby Maitland indagano per conto del governo ma naturalmente vengono continuamente bloccati e bypassati nelle loro operazioni dagli stessi funzionari governativi che cercano anche di tenere segreto il tutto per evitare il panico nella popolazione.

Poi (naturalmente) Abby si innamora di Stephen, che però è già fidanzato e Connor stravede per l’atletica zoologa.
Ben più complessa la vicenda sentimentale di Nick, che ha perso la moglie in una foresta otto anni prima, ha organizzato tanto di funerale senza cadavere e poi scopre che questa vive tranquillamente qualche milione di anni prima allevando brontosauri perchè ha sfruttato una delle prime anomalie.

A parte la trama, che lascia un pò il tempo che trova, quello su cui è il caso di porre l’attenzione è la realizzazione tecnica della serie.
Molto bella la scelta della fotografia, con immagini sporche (modello CSI) e molto variabili man mano che la vicenda si snoda.
Ben fatti anche i vari mostriciattoli che viaggiano avanti e indietro nel tempo, una serie di lucertoloni di varie foggie e dimensioni.
Meno ben fatta l’integrazione (presumo in computer grafica) tra i bestioni e gli attori, non sempre è verosimile e spesso ricorda i primi film di Gozilla.
Non ho ancora deciso se mi piace come è stata resa la terra di qualche milione di anni fa. Grandi distese, laghi cristallini, pterodattili come piccioni. La prima impressione è che in Jurassik Park l’ambientazione fosse fatta molto meglio. Vero che il budget era probabilmente diverso ma anche vero che sono passati quasi 15 anni.
L’ambientazione inglese non è per nulla caratterizzata e, a parte qualche macchina della Polizia, potremmo essere tranquillamente da qualche parte in America.

A voi che impressione ha dato questo primo scorcio di Primeval? C’è chi sembra essere entusiasta.

Note conclusive.
La serie è da ascriversi alla fantasia di Adrian Hodges, che cura personalmente la maggior parte delle sceneggiature.
Dimenticatevi l’horror, non se ne vede nemmeno di striscio.
Ieri sono andati in onda i primi tre episodi della prima stagione, la programmazione su Rai 2 prosegue con due episodi tutti i lunedì in prima serata per un totale di 5 serate in cui verranno trasmessi i sei episodi della prima serie e i sette della seconda.
Ma…
Ma se avete fretta oppure il lunedì avete la partita di calcetto, su Bonsai TV sono molto più avanti.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman