Critica alla critica – American Pie (1999)

Secondo appuntamento con Critica alla Critica.
Questa volta il buon Evit se la prende con Roberto Nepoti, che nel 1999 recensiva su Repubblica in questo modo American Pie.

Fatto per i teenagers, il filmetto (filmetto? Già sminuito! Certo non è “Le Ali della Libertà” ma insomma che moralismo questi di La Repubblica! Sempre a cercare l’occhio della madre in ogni film! Poi si dice “teenager” e non “teenagers” perchè le parole straniere non accettano il plurale) parla ai teenagers (teenager) di ciò di cui vogliono sentir parlare ma lo fa con leggerezza goliardica, esorcizzando contemporaneamente l’ansia da imbranataggine e quella da prestazione (i film si fanno anche con leggerezza, ma immagino i giornalisti di La Repubblica preferiscano un realismo stile documentario, da film polacco con sottotitoli in tedesco). Nel repertorio tradizionale del filone, in ogni caso, gli smaliziati Weitz pescano a piene mani, da “American Graffiti” al “Laureato” (non direi a piene mani, un pochino. Ma per essere un buon critico è bene sempre ricordare ai lettori di essere dei connoisseur del cinema a tutto tondo). E, in fondo, gli aggiornamenti sono più apparenti che reali. Gli argomenti restano sempre gli stessi: le turbe ormonali dell’adolescenza, la prima volta, la nostalgia dei bei tempi del liceo che, ahinoi, non ritorneranno più” (eh… ahinoi!).

(Roberto Nepoti, ‘la Repubblica’, 1 novembre 1999)

Trackbacks for this post

  1. Critica alla critica – 2° episodio online « Doppiaggi italioti

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman