Super 8 – la recensione in anteprima

Faccio subito outing: dopo tutta l’attesa per Super 8, dopo tutto il virale, non ho resistito ad attendere ancora fino al 9 settembre (data di uscita italiana) ed ho visto il film di J.J.Abrams attraverso i non leciti mezzi che tutti conosciamo.
Prometto però fin d’ora di tornare a vederlo all’uscita in sala, magari spingendomi fino alla lombarda sala Imax per godermi gli aspetti tecnici del film.

Su questo quindi torneremo, per ora beccatevi la recensione sulla vicenda, sulle interpretazioni, su quello che interessa il pubblico, insomma.

Un gruppo di ragazzini sui 13 anni sono intenti a girare un film di zombie e si trovano nel bel mezzo di un immenso incidente ferroviario.
Da quel momento qualcosa cambia nella cittadina.
Scompaiono oggetti e persone, vengono rubati chilometri di cavi elettrici, il panico sale.

I ragazzi sanno qualcosa più degli altri grazie a ciò che hanno visto e registrato.
E intanto l’esercito blocca tutta la zona, la evacua e cerca di recuperare il carico perduto.
Non spoilero niente se vi dico che dal treno è balzato fuori un misterioso mostro alieno, che l’esercito vuole cattturarlo e i ragazzini invece no…

Diciamo senza mezzi termini che Super 8 è uno splendido film!
Si è parlato di E.T. e direi che non centra nulla, si è parlato di Stand by me e siamo già più vicini alla verità.
Senza dubbio è un grandissimo film in perfetto stile anni ’80.
I ragazzini ed i loro buoni sentimenti hanno la meglio sull’esercito e i suoi misteri da guerra fredda.
E a questo proposito non posso non segnalarvi la battuta di una signora nel bel mezzo del casino: “mi sa molto di invasione russa”.

Ottima la sceneggiatura, curata nei dettagli, ottima la regia, ottime le interpretazioni.
I ragazzini protagonisti sono tutti molto molto bravi ed Elle Fanning è su un altro pianeta rispetto alla sorella (sappiatelo!).
Ma faranno strada anche Joel Courtney, Ryan Lee, Gabriel Basso e il davvero ottimo Riley Griffiths.

Inevitabilmente commovente (questo si molto Spielberg) il finalone…

Ottima poi la sequenza dell’incidente ferroviario, introdotta dall’altrettanto splendida sequenza con i ragazzini che provano la scena del film e la giovane Alice che sorprende tutti per la sua interpretazione.
La magia di questo momento viene bruscamente interrotta in due tempi dall’improvvisa decisione di girare per far entrare il treno nella sequenza e poi dall’incidente.

E agli anni ’80 ci riportano anche le usiche scelte da J.J.Abrams per punteggiare la storia.

Capitolo curiosità.
Io nel personaggio del giovane Carey, esperto di fuochi d’artificio, ci vedo molto del cinesino dei Goonies.

Spoiler finale (fermatevi qui se non volete saperne di più)
Nel film compare la sequenza che abbiamo imparato a conoscere grazie alla Editing Room del virale, e (sorpresa delle sorprese) è di fondamentale importanza per la soluzione finale. Spiega tutto. Cosa è successo, chi è l’alieno, cosa vuole, come fare per aiutarlo e per capirlo.
J.J. ci aveva già detto tutto e noi non ce ne eravamo accorti!

4 Comments

  1. Evit says:

    Ho evitato lo spoiler finale (grazie per averlo annunciato). Come al solito una fantastica recensione che mi porterà sicuramente al cinema a vedermelo. Putroppo la mia permanenza nel Regno Unito questa volta non aiuta. Difatti qui il film uscirà soltanto il 5 agosto (cavoli!)

Trackbacks for this post

  1. Viral point: il Capitano Cooper nella clip tagliata di Super 8 | Vita di un IO
  2. Viral point: nuovo sito virale per Super 8 (in occasione dell’uscita del 5 agosto) [updated] | Vita di un IO
  3. Best of my feed #173 | Vita di un IO

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman