Captain America – il primo vendicatore

I film di guerra non sono certo la mia passione.
Ed amo ancora meno i film dedicati ai supereroi dei fumetti.
Quindi perchè diavolo ti sei messo a vedere Captain America, direte voi?

Vi ringrazio per la domanda.
Il trailer del film di Joe Johnston mi aveva fatto intuire che almeno la prima parte del film fosse interessante (parlo sempre per i canoni del sottoscritto) con Chris Evans impegnato a convincere l’esercito degli Stati Uniti che merita un posto tra le sue fila.
Su questo punto sono rimasto un pochettino deluso perchè la questione è tirata via con estrema facilità.

Veniamo alla storia, che a sentire gli appassionati del fumetto Marvel rispecchia perfettamente la storia originale.

Steve Rogers è un ragazzino esile, basso e con l’asma e così non c’è verso che riesca a farsi arruolare nell’esercito per combattere i nazisti.
Però ha una voglia ed un senso patrio oltre la media così il prof. Erskin (e splendido è il cameo di Stanley Tucci) decide di sperimentare su di lui un siero che ha inventato capace di trasformare un uomo in un superuomo.

La cosa funziona alla grande ma il povero Rogers viene vestito da cretino e buttato su un palco a fare promozione per la guerra.
Toccherà di nuovo a lui prendere in mano l’iniziativa, contravvenire agli ordini ed infiltrarsi da solo tra le file nemiche per salvare qualche centinaio di prigionieri.
Da quel momento le cose cambiano e Captain America viene messo a capo dell’operazione che vuole sconfiggere l’Idra e far fuori il folle Schmidt, anche lui col suo bel siero rinforzante.

Mie preferenze a parte, Capitan America è un bel film, pieno zeppo di effetti speciali ottimamente realizzati, con continua azione, un sacco di ecplosioni e roba del genere.
Non manca la storia d’amore appena accennata tra Chris Evans e Ayley Atwell, non manca il cattivissimo Hugo Weaving ed il cattivo che poi diventa buono Tommy Lee Jones (con la sua incredibile faccia da duro per sempre).

Con tutti questi ingredienti al posto giusto il film non può che funzionare alla grande.

Se posso dire la mia, sono ridicoli gli accenti dati ai personaggi nel doppiaggio italiano, che li rendono quasi delle macchiette.

Vi ho detto tutto?
Probabilmente mi sono perso easter eggs che rilanciano ad altri personaggi Marvel (sono sicuro che ci siano ma io non sono in grado di riconoscerli e lascio il piacere della rivelazione a chi se ne intende di più), quindi se volete segnalarmeli nei commenti mi fate un piacere.

Il finale si intuisce fin dal prologo del film, ma che volete farci… fnziona anche quello!

12 Comments

  1. IppoKiro says:

    Qui a Kirolandia ci sintonizziamo sempre su di te…ti leggiamo con assiduità. Siamo dei cultori di questi film, quindi grazie.
    A breve andremo a vedere Captain America e la curiosità cadrà proprio su quegli accenti che già ci immaginiamo odiosi.
    Speriamo che almeno la storia abbia un leggero patos, magari non da maniaci compulsivi della lacrima, ma almeno funzionale alla dimenticanza momentanea della quantità infinita di effetti speciali!!!

  2. @ Ippokiro
    Il pathos c’è… non che faccia battere il cuore, ma la vicenda è ben narrata e vien voglia di seguire la storia…

  3. Evit says:

    Considerando la tua prima frase “I film di guerra non sono certo la mia passione.
    Ed amo ancora meno i film dedicati ai supereroi dei fumetti.” e il fatto che io la condivida al 200%, se è piaciuto a te forse piacerà anche a me. Grazie per la recensione.

  4. Forse… ma poi non darmi la colpa 😉

  5. IppoKiro says:

    Mi rendo conto di aver commesso un orrore ortografico che proprio non è da me…Mi rivaluto “analfabeta di ritorno”. Quella maledetta “h” non sonora mi ha tratto in inganno, mi è sfuggita dalla tastiera…come sempre si può imparare dalle proprie distrazioni. Non è attinente al post ma scopro che…
    Patos è una microregione dello stato di Paraíba in Brasile, appartenente alla mesoregione di Sertão Paraibano.
    Perdonami la digressione, ma che bello sapere con giusto phatos.
    Grazie ancora e a presto dirti di quegli accenti sgradevoli!!!

  6. …ma infatti io pensavo proprio tu stessi parlando della località brasiliana… 😀

  7. Evit says:

    Proprio ieri pensavo quanto fossero stupidi a non rititolarlo in italiano come “Capitan America”, visto che noi lo conoscevamo così e non “Captain America”. Volevo dire qualosa sul mio blog ma mi sembra un particolare al quanto insignificante. L’ennesimo trucco per non dover cambiare il nome ai giocattoli e merchandising vario

  8. …e non ti dico il fastidio a sentirlo chiamare nel film un po’ Capitano, un po’ Captain America…

  9. Evit says:

    La settimana scorsa mi sono visto questo mancato capolavoro. Non nascondo la mia profonda delusione per un film che sarebbe potuto essere cento volte migliore. Per farla breve, sono uscito dal cinema pensando “ma che cosa ho appena visto?” (non può essere un buon segno)

    Riguardo al doppiaggio ho fatto un articolo anche sul mio blog

Trackbacks for this post

  1. TITOLI ITALIOTI (20^ PUNTATA) – Captain America | Doppiaggi italioti
  2. TITOLI ITALIOTI (20^ PUNTATA) – Captain America | Doppiaggi italioti
  3. Trailer: Captain America – The Winter soldier | Vita di un IO

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman