Assolti e rimborsati – si può giocare con la religione online?

Ormai il mondo delle web series ci sta regalando soddisfazioni anche in Italia (ed era ora).
Così l’ultima arrivata in ordine di tempo si infila in un filone partito tardi ma che muove bene i passi iniziali… ed allora punta a qualcosa di più mettendo in mezzo la religione!

Esatto, perchè Assolti e rimborsati è una serie in cinque puntate molto veloce, asciutta, ironica e che rischia il linciaggio dei perbenisti italici perchè ironizza sulla religione (o quantomeno sulla sua deformazione attuale).

La famiglia Tanzi ha deciso di utilizzare una stanza della sua casa come Bed&Breakfast e le cose vanno alla grande fino a quando ad occupare la stanza è Don Paolo… del resto la famiglia è fortemente, profondamente, esageratamente religiosa.
Quando però il prete se ne va ecco che arriva un giovane chitarrista rock che mette a dura prova la famigliola.
E non sarà l’unica sorpresa perchè la figlia, che ovviamente si chiama Benedetta e canta nel coro della chiesa, ha un annuncio da fare… un annuncio che sa bene non verrà accolto con serenità.

La prima puntata (che sarà distribuita gratuitamente su OwnAir a partire da lunedì 22 ottobre, e poi a cadenza bi-settimanale) rende bene l’idea di quello che sarà la serie.
Ritmata, scandita da micro-episodi, location limitata, situazioni comiche… quello che insomma dovrebbe essere una webserie che si rispetti.

Sembra funzionare ed alla fine ci si chiede cosa succederà nella puntata successiva.
Dategli uno sguardo e poi mi dite.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman