Il piromane di Jon Hallur Stefansson

Poco più di un discreto thriller Il piromane firmato da Jon Hallur Stefansson che di professione non farebbe lo scrittore.

L’aspetto di maggiore interesse dovrebbe in realtà essere l’ambientazione in un piccolo paesino islandese, dove è quasi sempre notte e le famiglie vivono nel gelo più assoluto conoscendosi tutti.

In realtà Stefansson non punto troppo su questo aspetto, ce lo regala (forse giustamente) come situazione di base e poi va per la sua strada.
E la sua strada è un giallo abbastanza classico.

Nel paesino va a fuoco una casa… e poi una fabbrica. E siccome un anno prima era già bruciata un’altra casa ecco che arriva dalla capitale l’agente Valdimar, pronto ad indagare.
Il poliziotto, che naturalmente ha una vita incasinata ed è sull’orlo del crollo psicologico, entra pian paino nel quotidiano del paese, conosce gli abitanti e scopre che invidie e segreti pullulano in maniera impensabile.

Non c’è un buono ne Il piromane, tutti i protagonisti hanno qualcosa da nascondere, qualche colpa da farsi perdonare e poca voglia di dichiararsi responsabili per qualcosa.
Intrighi, gelosie, inimicizie, amanti incrociati, un po’ di tutto si nasconde nella neve.

Però chi è che si diverte a dar fuoco alle case? E per quale motivo?
Naturalmente Valdimar ci arriverà passo dopo passo, dopo avere sconvolto la vita falsamente tranquilla del paesino.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman