#GLBTff28 I Am Divine, la splendida musa di John Waters

Ci sono personaggi che meritano che la loro vita venga raccontata e Glenn Milstead è senza dubbio uno di questi. Jeffrey Schwarz fa un lavoro splendido e I Am Divine è un racconto pulito, chiaro e netto della vita (completa) di Divine, prima di tutto musa di John Waters.

I-Am-Divine

La carriera di Glenn “Divine” Milstead comincia con un ruolo che pochi avrebbero potuto permettersi. Siamo nel 1965, a due soli anni dall’attentato a Kennedy e Divine interpreta Jaqueline Kennedy nella ricostruzione della sequenza dell’omicidio. Solo che la Jacky di Divine e Waters è un signore obeso e supertruccato, è quello che sarà Divine nei decenni successivi.

Divine porta il travestitismo ad un livello successivo, al grottesco, alla pura anarchia. Se prima le drag queen erano signori attenti a diventare donne bellissime e credibili, ecco che Divine (guidata da Waters) inserisce l’ironia, la presa in giro, il divertimento e trasforma per sempre un mondo.

Non soltanto, perchè poi Divine riesce a portare questo mondo oltre i suoi confini, facendolo conoscere al resto del pianeta, i signori perbene che nell’underground non sono mai scesi.

Merito del successo è naturalmente la follia visiva di John Waters, i suoi film eccessivi, esagerati fuori da ogni schema. La fama arriva con Fenicotteri rosa, ed arriva perchè Divine nella sequenza finale mangia escrementi di cane senza battere ciglia (o meglio… battendo i ciglioni abbondantemente).

Poi la crescita, gli spettacoli nei locali (seguitissimi), le tournè in tutto il mondo e ancora il mondo della musica ed il nuovo successo.
Nel film di Schwarz c’è tutto, compresa la passione sfrenata per le droghe e per il cibo, e soprattutto c’è l’amore con cui il personaggio viene raccontato, la Divine segreta, quella che fuori dalle scene non voleva saperne di trucco e abiti sfarzosi.

Tutto condito da interviste a personaggi fondamentali nella sua storia, dalla madre allo stesso Waters.
Un film assolutamente da non perdere per chi vuole approfondire “l’uomo Divine” o anche solo conoscerlo…

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman