Recitando Shakespeare di Franca Rizzi Martini

Poi ti imbatti in ottimi romanzi come questo, a cui auguro ottima fortuna. Recitando Shakespeare di Franca Rizzi Martini (Neos Edizioni) è al tempo stesso un romanzo storico, un giallo, un romanzo di introspezione psicologica, un saggio sulla passione per il teatro. Insomma è davvero tanta roba.

Due vicende parallele. Una si svolge nel 2010, protagonista Patrizia, che spinta da un’amica finisce in una compagnia amatoriale di teatro, che sarebbe quanto più di lontano ipotizzabile dalla sua personalità introversa ma finisce per appassionarla e darle forza.

recitando-shakespeare-franca-rizzi-martini
La seconda si svolge intorno al 1680, periodo in cui seguiamo le vicende della seconda Madama Reale di suo figlio Vittorio Amedeo e della sua corte sabauda. Ma anche quelle del giovane Jeremy, inglese figlio di teatranti che dopo mille peripezie arriva a Torino con l’intenzione di portare a corte la sua arte.

Le due vicende si intrecciano? Naturalmente si, ma non sarò io a dirvi come. Sappiate che c’è di mezzo un cadavere (anzi due), un commissario di polizia, una villa nella collina torinese, l’alchimia, il teatro, gli intrighi di corte, il contrabbando del sale…

L’autrice ha un pregio non da poco. Si prende tutto il tempo necessario per arrivare al dunque. Descrive situazioni e personaggi, crea situazioni, arriva al dunque partendo da molto lontano, permettendoci così di vivere a pieno le emozioni dei suoi personaggi.

Un romanzo in cui perdersi senza difese, godendo della prosa, dell’intrigo e delle descrizioni, dei delitti e degli amori. Un romanzo vero, via…

Qui l’intervista con Franca Rizzi Martini.

Trackbacks for this post

  1. Il fiume senza luna, di Franca Rizzi Martini | Vita di un IO

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman