Rebecca Town a New York – Ritorno a casa, di Manuela Siciliani

Nel caso in cui non conosciate ancora Rebecca Town è il momento di colmare la lacuna. L’ultimo volume della serie (il quinto) risponde al titolo Rebecca Town a New York – Ritorno a casa ed è la nuova avventura, questa volta casalinga, del personaggio nato dalla penna di Manuela Siciliani, Vanda epublishing. Facciamo un salto indietro.

Rebecca Town è una giovane donna che per lavoro scrive guide turistiche. Per farlo naturalmente viaggia un sacco e conosce un numero non indifferente di città in giro per il mondo. Ogni volta che si muove però, come una novella Signora in Giallo, finisce per trovarsi invischiata in un mistero… insomma ci scappa il morto.


Le è successo nella sua prima avventura a Parigi, poi è ricapitato a Londra, Roma, Praga e naturalmente anche nella nuova avventura newyorkese. Qui però la situazione è un po’ diversa, perchò la nostra Becky sarebbe in pausa, New York è la sua città, dove tra un viaggio e l’altro vive con la zia. Ma se potrà ripposare lavorativamente parlando si troverà invece ancora una volta ad indagare per passione e ispirazione… su un caso che la tocca drammaticamente da vicino.

Al suo fianco ci sarà la zia, l’amica di sempre e soprattutto il misterioso Ben, incontrato nelle avventure precedenti e col quale fatica a stabilire un rapporto d’amore vero. Troppi dubbi, troppe paure, troppo misterioso il lavoro dell’aspirante fidanzato.

Particolarità di tutti i romanzi della serie è che sono effettivamente delle mezze guide turistiche. Nel senso che la protagonista conosce le città e lascia che il lettore scopra parchi, strade, musei, ristoranti, bar, luoghi di vario interesse. L’idea è curiosa e interessante. Il risultato assolutamente funzionale, perchè Manuela Siciliani ha fatto la guida turistica per anni e ancora oggi lavora in un’agenzia di viaggi.

Attenzione però a non farvi sviare da quanto ho appena scritto. I romanzi di Rebecca Town (e anche il nome è un colpo di genio) sono dei gialli a tutti gli effetti. Gialli che tendono fortemente al classico. Con un mistero da risolvere, delle indagini, delle persone indagate, dei rischi (anche seri) e soprattutto una protagonista affascinante e coraggiosa.
Che poi di suo Becky non sarebbe nemmeno estremamente coraggiosa.. è che la curiosità e la voglia di risolvere il mistero la porta a fare cose che una persona qualunque si guarderebbe bene da affrontare.

Il risultato è un libro agile, veloce, ritmato, giovane. In cui mistero e fashion, intrigo e arte, omicidio e buona cucina si fondono perfettamente grazie all’abile penna dell’autrice.

Non mancano personaggi di contorno ben sviluppati e la crescita, libro dopo libro, dei vari protagonisti, sempre invischiati in nuove avventure ma inevitabilmente legati dalla storia di Rebecca, che si evolve e si sviluppa libro dopo libro, città dopo città, omicidio dopo omicidio…

Se avete voglia qui di seguito trovate la mia intervista con Manuela Siciliani allo stand Seu – Scrittori Emergenti Uniti all’ultimo Salone del Libro di Torino.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman