Angelus di sangue, di Alessandro Cirillo e Giancarlo Ibba

E se l’obiettivo di un attentato terroristico fosse il Vaticano? Questo il centro del nuovo lavoro di Alessandro Cirillo e Giancarlo Ibba per i tipi di Tripla E Edizioni che risponde al titolo di Angelus di sangue.


Giornata di Angelus in Vaticano. Piazza San Pietro è piena di fedeli, il Papa è pronto ad affacciarsi, quando un attacco terroristico colpisce la piazza facendo decine di morti in pochi secondi. Contemporaneamente un’altra azione colpisce i Musei vaticani, ma il vero centro dell’azione è un terzo obiettivo, ancora più al centro della cristianità, un obiettivo che tutti ritengono inattaccabile perchè troppo protetto o addirittura perchè troppo “alto” per ipotizzare un attacco.

L’attacco al Vaticano è senza dubbio il massimo obiettivo possibile per l’estremismo islamico. Tecnicamente è attuabile? Non è questo il punto, perchè qui siamo in un romanzo e quindi vale tutto e smettetela di porvi domande del genere. Il punto è che Angelus di sangue è davvero un grande romanzo d’azione. Serrato, incalzante, senza un attimo di respiro. Capitoli brevi che scandiscono le azioni e ci portano avanti e indietro nel tempo per spiegarci da cosa derivano le azioni dei protagonisti.

E i protagonisti sono un certo numero, ognuno ben costruito, ognuno con la sua storia e le sue caratteristiche. Su tutti ci sono Bruno Majo, diacono che sta per essere ordinato sacerdote dopo una vita nell’esercito e durissime campagna, dall’ultima delle quali (Afghanistan) è uscito vivo solo dopo settimane di coma. E con lui Fawaz, terrorista afghano con alle spalle una vicenda terribile che lo ha segnato per sempre, trasformandolo in una fredda macchina di morte.

Intorno a loro personaggi vari,  tutti utili a creare il clima e a farci vivere con ritmo e suspance la storia raccontata. La coppia di autori ha tirato fuori il meglio, riuscendo davvero a creare un romanzo avvincente e coinvolgente,  dove il bene e il male si mischiano e i cattivi e i buoni non sono due categorie così nettamente distinte. E con un finale che diventa adrenalina allo stato puro in un crescendo di azione che meriterebbe senz’altro una trasposizione cinematografica hollywoodiana.

 

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman