C’è una ragazza che legge, di Giovanni Casalegno

E’ un libro del tutto particolare questo C’è una ragazza che legge, firmato da Giovanni Casalegno per EtroMirror Edizioni. Si tratta di un volume che già dal formato racconta la sua particolarità.


Dieci racconti brevi, quasi dei flash, nati dalla penna di Giovanni Casalegno e tutti con lo stesso incipit “C’è una ragazza che legge”. Da qui prendono vita dieci storie diverse, dieci immagini, dieci quadri, dieci emozioni, dieci sensazioni. Si tratta davvero di piccole immagini molto diverse tra loro, come se fossero scritte da penne diverse (anche se il tratto di Casalegno è evidente).

E poi ci sono tre artisti, loro sì molto diversi, che corredano il libro con un totale di 14 loro opere (se non mi sono perso nei conti): Erika Azzarello, Roberta Cavallero e Thierry Lair.

Solo che “corredare” non è assolutamente il termine adatto perchè i lavori che accompagnano (e anche questo termine non va bene) i racconti sono parte integrante delle parole che ne fanno parte. Parole e immagini che insieme compongo un volume che è una piccola opera d’arte nella sua interezza.

Il consiglio è di leggere e rileggere i racconti, di perdersi nelle immagini, poi lasciare riposare il tutto per alcuni giorni e poi ripetere il processo dal principio. E magari rifarlo dopo mesi o dopo anni. Non ho dubbi che le emozioni e le sensazioni saranno ogni volta profondamente diverse.

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman