Disincanto, di Claudio Secci

Terzo appuntamento con Gisele, l’affascinante personaggio nato dalla penna di Claudio Secci. Disincanto è il libro, Leucotea Edizioni, che prosegue l’avventura della giovane eroina iniziata con A piedi nudi e proseguita con Occhi lucidi.

Ormai abbiamo imparato a conoscere Gisele. L’abbiamo conosciuta bambina e l’abbiamo vista crescere. Ora è una diciottenne cesciuta davvero troppo in fretta. Nella sua vita ha già visto di tutto. Orfana per un drammatico incidente, ha reagito chiudendosi in se stessa. Non ha parlato per anni, è andata in giro a piedi nudi per sentirsi viva, ha trovato finalmente un affetto capace di amarla senza secondi fini… e lo ha perso praticamente subito.

Gisele è una vittima predestinata. Nella sua breve vita ha subito torti e violenze inenarrabili, ricorda quasi un’eroina dei tempi andati, da romanticismo nero. Ora è una giovane donna decisa a non farsi mettere i piedi in testa da nessuno. Ha ereditato la casa famiglia in cui è cresciuta ed è intenzionata a fare tutto il meglio possibile per i 10 bambini che vi sono ospitati.

Ovviamente dovrà affontare nuovi ostacoli e un incubo che sembra proprio non volerla lasciare libera di vivere. Ha conosciuto quello che ha scambiato per amore, ma ora si rende conto che non era altro che curiosità per la scoperta del sesso. E’ riuscita a cambiare un bullo in un giovane ragazzo attento ed ora le spiace doverlo lasciare.

Ma Gisele ora è tosta veramente. Prende in mano la sua vita in maniera adulta e, sebbene ha sempre serie difficoltà a lasciarsi aiutare (del resto la sua storia non la spinge certo a fidarsi del prossimo), è intenzionata a riuscire nell’impresa di sopravivere ancora una volta ed ha un obiettivo preciso: vuole che nessuno dei “suoi ragazzi” riviva gli incubi che ha vissuto lei.

La particolarità del romanzo di Secci (nel suo insieme, comprendendo anche i due capitoli precedenti) è che si parta da una vicenda che è una riflessione sociale, una storia dura, di violenza e maltrattamenti, ci si addentra nelle difficoltà di una casa famiglia per bambini orfani… e poi ci si trova catapultati in un thriller teso e tosto, senza esclusione di colpi, dove la protagonista deve indagare, approfondire, scoprire e lottare per sopravvivere.

 

Leave a Comment

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman